Risotto con radicchio tardivo e speck

Con questo freddo la sera ho sempre voglia di mangiare qualcosa di caldo. Ieri sera per cena ho preparato un risotto con radicchio tardivo e speck. Ho mantecato il risotto con dello stracchino, anziché il classico burro e grana. Ho cucinato il riso con il radicchio tardivo e solo nell’ impiattamento ho aggiunto lo speck rosolato in padella, per dare una nota croccante al piatto.

Ingredienti per due persone

  • 180 gr di riso vialone nano;
  • 1 cespo di radicchio tardivo;
  • 50 gr di speck a listarelle;
  • 50 gr di stracchino;
  • brodo vegetale qb;
  • vino rosso qb;
  • 1 cipollotto;
  • olio evo qb;
  • sale qb;
  • pepe qb.

Procedimento

  1. Lavate accuratamente il radicchio, quindi tagliatelo a dadini (2 cm circa). In una casseruola fate appassire il cipollotto tritato per qualche minuto, dopodiché aggiungete il radicchio. Sfumate con del vino rosso, continuando la cottura per 5 minuti circa;
  2. Aggiungete il riso e tostatelo per 2 minuti continuando a mescolare. Bagnate il riso con del brodo caldo e sempre mescolando continuate la cottura per 13 minuti (il risotto va cotto 15 minuti complessivamente). Aggiungete brodo all’occorrenza;
  3. Nel frattempo in una padella rosolate lo speck tagliato a listarelle come un filo di olio. Quando il risotto è quasi a fine cottura unite lo stracchino, aggiustate di sale e pepe. Mescolate bene e poi lasciate il risotto riposare un minuto a fuoco spento e con il coperchio, prima di servirlo;
  4. Impiattate il risotto aggiungendo sopra lo speck rosolato. Servite subito.

ALTRE RICETTE CHE TI POTREBBERO PIACERE

Risotto gamberi e asparagi     La ricetta che vi propongo oggi è un risotto gamberi e asparagi. Ho utilizzato dei gamberi rossi...
Risotto ai peperoni Dramma ieri sera sono tornata a casa e mi sono accorta che dovevo usare la stracciatella, perché scadeva il giorno d...
Soup à l’oignon     La soup à l'oignon è uno dei piatti francesi più famosi al mondo, è di origine antica risalente ...
Risotto con sfilacci di cavallo La carne di cavallo non è molto diffusa in Italia, tranne che in alcune regioni, come il Veneto. Da piccola ho inizi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.